APPROFONDIMENTI
 
Torna alla pagina degli approfondimenti
 
Quanto guadagnano gli amministratori di condominio in Italia?
 
In un contesto economico, in cui crollano i fatturati,gli amministratori di condominio devono puntare sulla qualità e professionalità. Questa è la “ricetta” dell’ANACI. In Italia buona parte dei liberi professionisti stanno risentendo della crisi, con un calo del fatturato del 49% nei primi nove mesi del 2013 e con la chiusura del 31% deglistudi professionali. E’ purtroppo un fenomeno tutto italiano. In tutti i principali paesi europei si registra una lieve ripresa. In Italia, invece, le professioni che fanno da supporto all’economia sono in grave affanno. Anche il settore immobiliare risente ovviamente della “crisi del mattone”. Il calo delle vendite di case si ripercuote anche indirettamente sugli amministratori di condominio che saranno chiamati a gestire il patrimonio immobiliare sempre più ridotto ed in continua riqualificazione. Ma su questi ultimi grava la recente riforma del condominio che da un lato ha rivoluzionato la vita degli amministratori condominiali, ma dall’altro non ha colmato alcuni vuoti su cui il legislatore non è ancora intervenuto. Tutto questo ha portato ad un aumento di responsabilità a carico dell’amministratore a cui non è seguito un adeguamento dal punto di vista economico. Infatti, da quest’ultimo punto di vista, gli amministratori italiani sono tra i meno pagati in Europa. Facendo un confronto con le medie europee sia nei Paesi dove la professione è regolamentata (Belgio, Spagna, Francia, Lussemburgo), sia in quei Paesi dove non esiste regolamentazione i dati sono i seguenti: Belgio € 17,00 mese per unità immobiliare, Germania € 25,00, Francia € 15,00, Lussemburgo € 16,00 , Paesi Bassi € 23,00, Italia € 8,00 mese per unità immobiliare Secondo Leonardo Caruso (Responsabile Estero Anaci- Presidente Anaci Milano) “questi sono dati che dovrebbero farci riflettere, in quanto l’amministratore oggi, più di prima, deve assolutamente acquisire consapevolezza dell’importanza della sua professionalità e delle sue funzioni. La spesa che comporta ingaggiare un professionista è data dal modo in cui egli stesso esprime il suo lavoro attraverso l’immagine, l’impegno, l’innovazione, la conoscenza e l’affidabilità. La professionalità così costruita ed il valore del professionista debbono essere salvaguardati. Il professionista è portatore di un valore intrinseco, non parcellizzabile, che solo lui potrà trasferire e che distinguerà le sue modalità operative da quelle di tutti gli altri concorrenti dello stesso settore”. Facendo riferimento anche alla attuale situazione precisa inoltre che: “la riforma del condominio e la legge sulle professioni non ordinistiche sono indubbiamente una conquista e devono essere viste come una grande opportunità. In questo contesto l’amministratore dovrà dimostrare ai propri clienti il possesso dei requisiti necessari nonché la conformità delle prestazioni erogate secondo i nuovi standard previsti appunto dalle normative di riferimento”.Per tali ragioni, conclude, “per l’ANACI la principale mission è quella di formare professionisti tecnicamente preparati”. Quindi, solo un amministratore di condominio preparato e costantemente aggiornato potrà competere con un mercato immobiliare in continua evoluzione.
 
ULTIMI AGGIORNAMENTI
 
ELENCO AMMINISTRATORI ANACI-BAT IN POSSESSO DEI REQUISITI DEL DM 140/2014
ELENCO AMMINISTRATORI ANACI-BAT IN POSSESSO DEI ...continua
 
Quanto guadagnano gli amministratori di condominio in Italia?
In un contesto economico, in cui crollano i fattur ...continua
 
Fate spazio arriva la “TUC”…che manda in soffitta la Trise e la Tasi
Sostituire il Tributo sui servizi comunali (Tr ...continua
 
ACCENSIONE IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
Accensione termosifoni. Le date città per città. M ...continua
 
NEWS - ANDRIA- UTENZE NON DOMESTICHE - RACCOLTA SELETTIVA DELLA CARTA E DEL CARTONE
Per facilitare l’esposizione dei rifiuti cart ...continua
 
Rifiuti porta a porta Andria
Ordinanza n. 420 del 29 10812012 Oggetto: Modalit ...continua
 
L’ Amministratore condominiale
L’amministratore è l’organo di governo del condomi ...continua
 
Il parcheggio delle autovetture a metano e a gpl..
Il decreto ministeriale del 1 febbraio 1986 poneva ...continua
 
Legge 27 luglio 1978, n. 392....
Legge 27 luglio 1978, n. 392 Equo Canone. Disci ...continua
 
Proprietario o inquilino: chi paga?
Proprietario o inquilino: chi paga? Il DM 30/12/2 ...continua
 
DPR 462/01 ARPA PUGLIA
ARPA PUGLIA Agenzia Regionale per la Prevenzione ...continua
 
La Proprietà........
Dal “CODICE CIVILE” – Della Proprietà – Libro III ...continua
 
L’ASCENSORE COMPETENZE E RESPONSABILITA’....
La direttiva europea 95/16 sugli ascensori (DPR 30 ...continua
 
L’impianto di terra.......
I controlli cui deve adempiere l’amministratore so ...continua
 
Salvavita nelle abitazioni.
La legge 46/90 si applica non solo agli impianti c ...continua
 
I nuovi obblighi del condominio
A ciò va aggiunto che l'intervento del Legislatore ...continua
 
La rilevanza della contabilità condominiale ai fini fiscali
Il ruolo dell'amministratore condominiale si è arr ...continua
 

 
Ordine dei Periti Industriali

 
 
Credits