APPROFONDIMENTI
 
Torna alla pagina degli approfondimenti
 
Il parcheggio delle autovetture a metano e a gpl..
 
Il decreto ministeriale del 1 febbraio 1986 poneva il divieto di parcheggiare nei piani interrati ai veicoli alimentati a gas “avente densità superiore a quella dell’aria”, per i quali il parcheggio era consentito “solo nei piani fuori terra non comunicanti con piani interrati”. Sulla base di tale decreto la normativa era applicabile ai veicoli dotati di impianti gpl (gas di petrolio liquefatto) che ha una densità superiore a quella dell’aria e in caso di fuoruscita si concentra a livello del terreno mentre il gas metano, che ha una densità inferiore a quella dell’aria, si disperde nell’aria stessa, non costituendo situazioni di pericolo. Per questa ragione non sono previsti limiti al parcheggio delle vetture a metano ma anche per quelle a gpl è stata introdotta la possibilità di parcheggiare in tutti i piani di parcheggio fuori terra ed anche al primo piano interrato, se sono dotati di impianto gpl con sistema di sicurezza conforme alla normativa ECE/ONU 67.01 e registrati sul libretto di circolazione. Resta invece il divieto di parcheggio nei piani interrati inferiori al primo e anche al primo piano interrato per i veicoli dotati di impianti gpl antecedenti alla normativa di sicurezza ECE/ONU 67.01. Auto a GPL : nuove possibilità per il parcheggio. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.283 del 3 dicembre 2002 il Decreto Ministeriale sul parcamento sotteraneo dell autovetture munite di impianto GPL. E’ possibile il parcamento nel primo piano interrato delle auto a GPL con impianto dotato di sistema di sicurezza conforme al Regolamento ECE/ONU 67-01 Per verificare se l’auto è dotata di un impianto GPL conforme al Regolamento ECE/ONU 67-01 e quindi abilitata al parcamento nel primo piano interrato, sulla carta di circolazione della vettura, in corrispondenza del collaudo dell’impianto GPL, deve essere trascritta la dicitura 󈨇-01’. I mezzi alimentati a GPL con impianto NON DOTATO di sistemi di sicurezza conforme al Regolamento ECE/ONU 67-01 ( la maggior parte di quelli montati prima dell𔃻/1/2001), continueranno ad essere soggetti a quanto stabilito dalla normativa attualmente in vigore: il loro parcamento nelle autorimesse è consentito soltanto nei piani fuori terra non comunicanti con piani interrati. Le auto con impianto a gas, munite dei dispositivi di sicurezza previsti dalla normativa europea, potranno accedere ai garage pubblici. Il parcheggio sarà consentito dal piano terra in su e al primo piano interrato delle autorimesse, anche se organizzate su più piani interrati. I gestori delle autorimesse dovranno collocare all’ingresso dei cartelli informativi, per evitare che le autovetture a gas vengano parcheggiate dove non è consentito. (5 dicembre 2002) MINISTERO DELL’INTERNO DECRETO 22 novembre 2002 : Disposizioni in materia di parcamento di autoveicoli alimentati a gas di petrolio liquefatto all’interno di autorimesse in relazione al sistema di sicurezza dell’impianto. (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale italiana n 283 del 3 dicembre 2002).
 
ULTIMI AGGIORNAMENTI
 
ELENCO AMMINISTRATORI ANACI-BAT IN POSSESSO DEI REQUISITI DEL DM 140/2014
ELENCO AMMINISTRATORI ANACI-BAT IN POSSESSO DEI ...continua
 
Quanto guadagnano gli amministratori di condominio in Italia?
In un contesto economico, in cui crollano i fattur ...continua
 
Fate spazio arriva la “TUC”…che manda in soffitta la Trise e la Tasi
Sostituire il Tributo sui servizi comunali (Tr ...continua
 
ACCENSIONE IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
Accensione termosifoni. Le date città per città. M ...continua
 
NEWS - ANDRIA- UTENZE NON DOMESTICHE - RACCOLTA SELETTIVA DELLA CARTA E DEL CARTONE
Per facilitare l’esposizione dei rifiuti cart ...continua
 
Rifiuti porta a porta Andria
Ordinanza n. 420 del 29 10812012 Oggetto: Modalit ...continua
 
L’ Amministratore condominiale
L’amministratore è l’organo di governo del condomi ...continua
 
Il parcheggio delle autovetture a metano e a gpl..
Il decreto ministeriale del 1 febbraio 1986 poneva ...continua
 
Legge 27 luglio 1978, n. 392....
Legge 27 luglio 1978, n. 392 Equo Canone. Disci ...continua
 
Proprietario o inquilino: chi paga?
Proprietario o inquilino: chi paga? Il DM 30/12/2 ...continua
 
DPR 462/01 ARPA PUGLIA
ARPA PUGLIA Agenzia Regionale per la Prevenzione ...continua
 
La Proprietà........
Dal “CODICE CIVILE” – Della Proprietà – Libro III ...continua
 
L’ASCENSORE COMPETENZE E RESPONSABILITA’....
La direttiva europea 95/16 sugli ascensori (DPR 30 ...continua
 
L’impianto di terra.......
I controlli cui deve adempiere l’amministratore so ...continua
 
Salvavita nelle abitazioni.
La legge 46/90 si applica non solo agli impianti c ...continua
 
I nuovi obblighi del condominio
A ciò va aggiunto che l'intervento del Legislatore ...continua
 
La rilevanza della contabilità condominiale ai fini fiscali
Il ruolo dell'amministratore condominiale si è arr ...continua
 

 
Ordine dei Periti Industriali

 
 
Credits